web analytics

Solidarietà della Chiesa Protestante Unita ai 422 licenziati della GKN di Campi Bisenzio

Il decano della Chiesa Protestante Unita, Rev. Andrea Panerini, ha scritto, in data 13 luglio, una lettera ai 422 lavoratori licenziati dello stabilimento della GKN di Campi Bisenzio (FI) e alle rappresentanze sindacali. Lo scorso 9 luglio, via posta elettronica, la società GKN aveva comunicato – appena dopo la rimozione del blocco dei licenziamenti da parte del Governo – ai lavoratori il loro licenziamento. Numerose le prese di posizione e di protesta contro un gesto che viene visto come una occasione per l’azienda di massimizzare i profitti.
Nella sua lettera il Rev. Panerini scrive che desidera «far sentire la mia partecipazione e solidarietà senza condizioni, e di tutta la Chiesa Protestante Unita, verso la vostra drammatica situazione. Perdere il lavoro è sempre un qualcosa di traumatico e negativo, rimanere senza lavoro spoglia l’essere umano di molta della sua dignità in una società come la nostra, dove la ricchezza e il successo lavorativo sono considerati come gli unici veri obbiettivi della vita e il capitalismo neoliberista risulta essere l’unico credo. Quello che state passando in questi giorni – aggiunge Panerini – è ancora più crudele: essere licenziati con un messaggio di posta elettronica, da parte non di una azienda dissestata ma che, anzi, sta conseguendo enormi profitti e solo per guadagni a breve e medio termine, è una cosa che grida vendetta al cospetto di Dio e chi ha permesso che potesse accadere dovrà renderne conto un giorno. Desidero farvi sapere – conclude il Decano della Chiesa Protestante Unita – che il nostro pensiero e le nostre preghiere sono con voi e che tenteremo di appoggiarvi anche con le nostre limitate risorse. Vi esorto a lottare per voi, per le vostre 422 famiglie e per il bene comune, un concetto che è sempre più lontano dai pensieri di imprenditori e politici.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *