web analytics

È morto il teologo Hans Küng

TUBINGA (GERMANIA) – È morto a 93 anni il teologo cattolico svizzero Hans Küng, noto per le sue posizioni teologiche e morali spesso critiche verso la dottrina della Chiesa di Roma, soprattutto sul tema dell’infallibità papale. Lo ha annunciato la Fondazione Weltethos da lui fondata.

Nato a Sursee, in Svizzera, nel 1928, Küng aveva scelto di dedicarsi presto allo studio della teologia e già all’età di 32 anni era diventato professore ordinario presso la Facoltà di Teologia cattolica dell’università di Tubinga in Germania. Il 1970 segnò nei rapporti con la Chiesa cattolica uno spartiacque: la pubblicazione del volume Infallibile? Una domanda, in cui Küng contestava il dogma dell’infallibilità papale, lo pose in conflitto con la Congregazione per la dottrina della fede che nel 1979 gli revocò l’autorizzazione all’insegnamento della teologia dogmatica (continuò però a insegnare teologia ecumenica). In seguito fu critico verso il pontificato di Giovanni Paolo II, considerato distante dallo spirito riformistico del Concilio Vaticano II, e nel 2020 chiese a Benedetto XVI un “mea culpa” per il modo in cui la Chiesa aveva gestito la piaga della pedofilia.

Tra le battaglie di Küng, l’ammissione delle donne e dei laici a ogni ministero e alcune aperture nel campo della bioetica e della sessualità. Nel 1993 aveva creato la Fondazione Weltethos (Etica mondiale) per incentivare il dialogo interreligioso. Teologo e intellettuale, Küng si era anche interessato a studiare il rapporto tra religione e scienza. Sostenitore del pluralismo religioso, Küng è stato membro del Council for a Parliament of the World’s Religions. Agli altri monoteismi aveva dedicato il volume Ebraismo, Cristianesimo e Islam.

Un pensiero su “È morto il teologo Hans Küng

  • 9 Aprile 2021 in 14:59
    Permalink

    Anche se in ritardo condivido il dolore per la perdita di Hans di cui consiglio vivamente la lettura di ESSERE CRISTIANI” Mondadori editore. libro che ha anticipato Papa Francesco e va molto oltre, verso una vera parità nella chiesa tra uomo e donna e verso un impegno fattivo dei Cristiani nella vita e nel lavoro, non limitandosi solo a pregare ma ad amare e agire.
    I l Cristiano agisce in ogni momento da cristiano soprattutto in politica nella vita sociale e nei mass.- media e non segue il mondo della finanza e del capitale ma lo dirige LUI secondo il Vangelo , ridistribuendo ciò che Dio ha dato all’uomo, la Terra che è di tutti e non di poche persone. Noi siamo in affitto su questo pianeta . dice la Bibbia ” la terra è di Dio ” noi siamo solo affittuari e pari a tutti i nostri fratelli uomini di qualsiasi stato o etnia

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *