web analytics

RATZINGER: «NOZZE GAY E ABORTO SEGNI DELL’ANTICRISTO»

CITTÀ DEL VATICANOIl «Papa emerito» Joseph Ratzinger, in una nuova biografia scritta dal giornalista Peter Seewald parla in modo apocalittico (nello stile, perché i contenuti biblici sono tutt’altra cosa) di crisi della società contemporanea paragonando il «matrimonio omosessuale» e «l’aborto» al «potere spirituale dell’Anticristo».

L’ex vescovo di Roma appare in appandice della poderosa biografia «Ein Leben» di Peter Seewald, in uscita oggi in Germania. Lo scrive il quotidiano La Repubblica precisando che le parole di Ratzinger sono state anticipate ieri dal sito americano conservatore LifeSiteNews, lo stesso che in questi mesi ha diffuso le uscite anti-Francesco dell’ex nunzio a Washington Carlo Maria Viganò.

Si percepisce l’eco di un testo di un anno fa dedicato alla pedofilia, con quella condanna delle aperture iniziate nel ’68, l’incipit a detta sua del decadimento morale della società e di una crisi irreversibile della Chiesa. Il nemico è sempre il medesimo: la rivoluzione degli anni Sessanta-Settanta.

«Cento anni fa – afferma Ratzinger – tutti avrebbero considerato assurdo parlare di un matrimonio omosessuale«. Mentre oggi, a suo dire, si è emarginati dalla società se ci si oppone. E, scrive ancora il quotidiano, lo stesso vale per «l’aborto e la creazione di esseri umani in laboratorio», confondendo problemi e livelli etici del tutto disomogenei. E ancora: «la società moderna è nel mezzo della formulazione di un credo anticristiano e se uno si oppone viene punito dalla società con la scomunica. La paura di questo potere spirituale dell’Anticristo è più che naturale e ha bisogno dell’aiuto delle preghiere da parte della Chiesa universale per resistere». Il nucleo del pensiero di Ratzinger non è nuovo, tutto il suo pontificato ruotò attorno ai principi non negoziabili, agli ultimatum verso le autorità politiche, ad una resistenza al mondo senza se e ideologia gendersenza ma, ma molto più esile ed esitante nei confronti di demoni ben più importanti quali la distruzione del Creato e il capitalismo neo-liberista. Ma l’ex vescovo di Roma riflette anche su un’altra resistenza, quella subita durante il suo pontificato dall’interno della della Curia romana. Tuttavia «la vera minaccia per la Chiesa e quindi per il ministero petrino non risiede in queste cose bensì nella dittatura mondiale di ideologie apparentemente umanistiche, contraddicendo le quali si resta esclusi dal consenso sociale di fondo», ripetendo la stessa zolfa complottista verso i poteri forti e la lobby LGBTQ che vorrebbe imporre la fantomatica ideologia gender. I lupi, nel pensiero ratzingeriano, emergono nel trionfo della ideologia relativista, che tende ad escludere chi ha una concezione diversa da quella dominante: L’inganno religioso supremo è quello dell’Anticristo — insiste — uno pseudo-messianismo mediante il quale l’uomo si glorifica al posto di Dio e del suo Messia», detto da colui che ha stroncato ogni dissenso nella Chiesa di Roma prima come inquisitore del Sant’Uffizio (pardon prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, cambiano i nomi ma non le funzioni, e poi da vescovo di Roma e che, infine, si autoproclamava «vicario di Cristo».

A questo punto non sappiamo se ridere o piangere o fare entrambe le cose contemporaneamente, ma le accuse di Ratzinger sono le stesse di chi protesta per la propria libertà di espressione mentre vuole accendere roghi di libri altrui o anche di uomini.

Fonte: Adnkronos

4 thoughts on “RATZINGER: «NOZZE GAY E ABORTO SEGNI DELL’ANTICRISTO»

  • 6 Maggio 2020 in 21:08
    Permalink

    I peggiori inquisitori cacciatori di streghe militano nell’area “liberal” delle chiese.

    Rispondi
  • 7 Maggio 2020 in 00:43
    Permalink

    È impressionante quanto spazio viene ancora dato a personaggi come Ratzinger, e non in quanto personaggi di rilievo storico (Il che sarebbe del tutto normale trattandosi di un papa), ma per l’autorità che ancora pretendono di avere con idee del tutto anticristiane. Gesù non ha mai condannato ma solo cercato di capire e invitato alla conversione. Ha rispettato l’amore. Ha capito la sofferenza. Io credo che la chiesa e i cristiani dovrebbero smettere di condannare l’aborto e aiutare le donne con prevenzione (che non significa castità), e servizi. È anche arrivato il momento di capire che l’omosessualità è solo un diverso modo di amare e che essendo anche gli omosessuali creature di Dio, hanno gli stessi diritti di tutti, primo fra tutti il diritto a non essere trattati da messaggeri di Satana.

    Rispondi
  • 9 Maggio 2020 in 00:41
    Permalink

    “L’inganno religioso supremo è quello dell’Anticristo, uno pseudo-messianismo mediante il quale l’uomo si glorifica al posto di Dio e del suo Messia» lamenta Ratzinger.. Forse, ma l’Anticristo non lo conosce nessuno. Neanche Giovanni (a prescindere dalla canonicità dell’Apocalisse). Quindi meglio non parlarne.
    L’emerito può certo condannare i mali attuali dell’umanità, come l’aborto, la teoria gender, le pratiche sataniche, lo sfruttamento degli umani, il danneggiamento della natura, lo spreco, la falsificazione, la creazione di odio, ecc.. Mica per questo condanna gli omosessuali, gli handicappati, gli sfruttati, i deboli, ecc.. L’emerito può pure prendersela con il movimento del ’68, che ha rivoluzionato rapporti culturali, rapporti politici, rapporti sessuali, rapporti religiosi, ecc.. Ma questo non significa che il cambiamento sessantottino si sia inventato quelle cose che allora sono improvvisamente o successivamente emerse.

    Rispondi
  • 1 Giugno 2020 in 22:37
    Permalink

    Всем привет, хочу порекомендовать вам хороший сайт о Форексе [url=http://www.forex-book.top]http://www.forex-book.top[/url]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *