web analytics

MONDO ANGLICANO: RINVIATA LA CONFERENZA DI LAMBETH

CANTERBURY (UK) – Lo scorso lunedì, l’Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, ha deciso di rinviare al 2021 la Conferenza di Lambeth, il più importante appuntamento decennale dei vescovi della Comunione anglicana che avrebbe dovuto tenersi nel Kent, fra luglio e agosto di quest’anno, a causa della pandermia di coronavirus. Nelle ultime settimane i team organizzativi della Conferenza di Lambeth si sono raccolti in preghiera e hanno riflettuto insieme sull’impatto della pandemia di coronavirus sui preparativi per questo importante evento.

In un videomessaggio, l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, ha dichiarato: «Il posto di un vescovo in un momento di difficoltà è quello del pastore quando il lupo sta attaccando il gregge. È con loro. Al loro fianco. Per amarli e soffrire con loro. A causa del coronavirus, viaggiare per il mondo è fortemente limitato e la durata di queste limitazioni è sconosciuta.»

Le nuove date dell’evento non sono ancora state definite, ma «quando ci riuniremo – ha proseguito Welby – sarà in un mondo rimodellato da ciò che sta accadendo in questo momento, ed è sempre più importante che ci incontriamo per pregare, studiare le Scritture, ascoltare la parola di Dio, confortare, ottenere una nuova visione di cosa significhi essere la Chiesa di Dio per il mondo di Dio. Qualcuno ha sottolineato che la Conferenza di Lambeth del 1920, posticipata dal 1918, si svolse nell’ombra della Prima guerra mondiale, e che la conferenza del 1948 si svolse nell’ombra della Seconda guerra mondiale. In entrambi i casi si tratta di eventi terribili. Che Dio faccia sì che non vediamo nulla del genere. Ma ricordiamoci che quando ci riuniremo e condivideremo la nostra saggezza, avremo bisogno di sentire lo Spirito attraverso gli uni e gli altri per pensare, meditare e studiare, adorare e pregare.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *