web analytics

CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI PAOLO LANDI

La Facoltà Valdese di Teologia ha comunicato, il 16 marzo, la scomparsa di Paolo Landi all’età di 90 anni, ex membro del Consiglio di Facoltà e della Tavola Valdese.

Nato il 3 luglio 1929 a Roma, si laurea in Architettura a Napoli nel 1959. Accanto alla prolifica attività professionale rivolta alla progettazione soprattutto di nuovi spazi abitativi (centri residenziali di Fioranello, Vallerano, Ferratella fra gli altri), a lui si deve la realizzazione del Centro giovanile evangelico a Rocca di Papa (Roma) per l’Unione delle chiese battiste d’Italia (Ucebi), e sempre per l’Ucebi la costruzione della chiesa di Casorate Primo (Pavia). Tra il 2003 e il 2008 è membro della Tavola valdese quale responsabile del patrimonio immobiliare delle chiese valdesi. Collabora attivamente con la Soprintendenza di Roma per il rifacimento della facciata della chiesa valdese di piazza Cavour, e alle manutenzioni di quella metodista di via XX settembre. E’ stato in seguito consulente della Tavola valdese della Commissione che regola i rapporti di collaborazione fra la Repubblica Italiana e la Tavola per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali del patrimonio morale e materiale delle chiese. E’ stato in seguito consulente della Tavola valdese della Commissione che regola i rapporti di collaborazione fra la Repubblica Italiana e la Tavola per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali del patrimonio morale e materiale delle chiese.
«Paolo è stato membro del Consiglio di Facoltà e della Tavola Valdese e ha diretto per anni l’associazione proprietaria dell’Hotel Casa Valdese – ricorda nel comunicato il Decanato della FVT – In tutte queste funzioni, egli ha posto la sua competenza e la sua passione al servizio della Facoltà e della chiesa intera. Era impossibile avere con lui un rapporto superficiale: con Paolo Landi le relazioni potevano solo essere intense, nel lavoro comune, nella gratitudine e anche nel disaccordo. La Facoltà è grata al Signore per il servizio reso da questo amico fedele.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *