web analytics

SI CHIAMA STEVEN CROFT IL NUOVO VESCOVO DI OXFORD

Si chiama Steven Croft il nuovo vescovo della diocesi più importante d’Inghilterra

La Regina ha scelto: sarà Steven John Lindsey Croft il nuovo vescovo della diocesi di Oxford, una delle più vaste e complesse diocesi della Chiesa d’Inghilterra.

Classe 1957, nato ad Halifax, nello Yorkshire occidentale, ordinato all’età di 26 anni, marito di Ann e padre di quattro bambini, dal 2009 a oggi il rev. Steven è stato già vescovo di Sheffield. Presidente del Ministry Council della Chiesa d’Inghilterra, membro del Consiglio arcivescovile nonché della Camera dei Lord (in cui siede dal 2013), a partire dal prossimo autunno, quando la designazione, già ufficializzata, diventerà effettiva, egli cumulerà su di sé anche la responsabilità di una diocesi che si estende da Milton Keynes fino a Newbury, dalle colline di Cotswolds al borgo di Slough. La diocesi di Oxford conta una popolazione di 2 milioni e 300 mila anime: più di 800 chiese affidate a quasi 600 membri del clero, cui vanno sommate 270 scuole primarie di chiesa.

«Non vedo l’ora di cogliere la sfida di nuove responsabilità nella diocesi di Oxford e di lavorare con la mia squadra per servire le comunità locali, per costruire la vita della Chiesa», ha commentato Croft. «Scorgo diversi segni della grazia di Dio operante in tutta la diocesi e vedo un immenso potenziale per il futuro. Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi mi permetto di chiedere a tutti di pregare per la nostra diocesi, per tutto quello che è davanti a noi».

Colin Fletcher, il vescovo di Dorchester che a seguito del ritiro del rev. John Pritchard ha «coperto» per un anno e mezzo la diocesi vacante di Oxford, ha accolto la nomina del suo successore con parole entusiaste: «Oggi è un grande giorno per la nostra diocesi. Sia come vescovo che come semplice pastore Steven ha dato prova della sua capacità di condividere la buona novella di Cristo, in maniera tradizionale e con metodi innovativi. Alla luce della sua vasta esperienza nella formazione di uomini e donne per i più diversi ministeri si capisce perché ci sia grande soddisfazione in tutta la diocesi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *